Rassegna stampa, Scuola

da Tuttoscuola – Fenomeno dispersione

Il convegno del 2 ottobre sulla dispersione – promosso da Tuttoscuola presentando il dossier “La scuola colabrodo”, che sta diventando un documento di discussione nelle scuole e su molti tavoli politici e culturali – ha messo in luce il fatto che, almeno per quanto riguarda la politica scolastica, la dialettica maggioranza-opposizione non è affatto lineare: i due partiti che sostengono il governo hanno indicato priorità diverse (tempo pieno e inclusione per il M5S, rappresentato dal deputato Luigi Gallo, presidente della commissione Cultura della Camera; stabilizzazione del personale e selezione meritocratica per la Lega, rappresentata dal senatore Mario Pittoni, responsabile scuola della Lega), mentre tra il Partito Democratico e Forza Italia le affinità tra le rispettive analisi e proposte sono risultate più rilevanti delle differenze. Ricordiamo che il Presidente della Repubblica ha invitato a considerare il tema della dispersione scolastica come questione centrale non solo per la scuola ma per l’intero Paese, definendola “un’amputazione civile e anche una perdita economica per il Paese”.

Proprio il Presidente della Repubblica ha fatto giungere un messaggio a Tuttoscuola manifestando il suo apprezzamento per il dossier e il suo rammarico per non aver potuto accogliere il nostro invito a presenziare all’incontro a causa di precedenti impegni, assunti da tempo. E ha inviato comunque agli organizzatori e a tutti i presenti l’augurio di un proficuo lavoro nell’interesse della scuola italiana.

Anche il ministro dell’istruzione Marco Bussetti ha inviato una lettera ai partecipanti (qui il testo integrale): “Plaudo alla giornata odierna di dialogo e di confronto– ha scritto il ministro – e voglio esprimere il mio pieno sostegno a chi vorrà, in forma sistemica, propositiva e collaborativa affrontare concretamente la questione dell’abbandono scolastico”.

La registrazione integrale del convegno è disponibile a questo link: https://www.tuttoscuola.com/la-scuola-colabrodo-ridurre-la-dispersione-e-possibile-segui-la-diretta/

L’intervento di Mario Pittoni: https://www.tuttoscuola.com/dispersione-scolastica-pittoni-contrario-allabolizione-della-bocciatura-lavoriamo-per-ripristinarla-video/

L’intervento di Marco Damilano: https://www.tuttoscuola.com/damilano-lespresso-lassenza-dei-media-nel-dibattito-sulla-scuola/

L’intervento di Luigi Berlinguer: https://www.tuttoscuola.com/dispersione-scolastica-berlinguer-restituire-centralita-allistruzione/

L’intervento di Italo Fiorin: https://www.tuttoscuola.com/dispersione-scolastica-fiorin-linclusione-non-e-a-scapito-della-qualita/

 

 

2.

Durante il convegno “La scuola colabrodo: ridurre la dispersione è possibile”, in particolare l’ex ministra Valeria Fedeli (PD) e la deputata e responsabile scuola di FI Valentina Aprea hanno espresso nel dibattito che si è tenuto presso l’Istituto Leonardo Da Vinci di Roma valutazioni convergenti sulla necessità di migliorare la qualità e l’equità del sistema educativo attraverso una qualificata formazione iniziale dei docenti. “Sarebbe un errore togliere valore alla professionalità docente impoverendo la formazione iniziale”, ha detto Fedeli alludendo alle recenti intenzioni riduttive espresse del ministro Bussetti in materia, come “sbagliata è stata la decisione di declassare l’importanza dei test Invalsi e dell’alternanza scuola-lavoro nell’esame di maturità”.

Valutazioni analoghe, con un complemento di verve polemica, da parte della Aprea: “Guai se tornate indietro”, ha detto rivolgendosi al senatore Pittoni, responsabile scuola della Lega, che gli sedeva accanto. Con le decisioni che avete preso “voi rischiate di riproporre la vecchia maturità, basata sul primato delle conoscenze a scapito delle competenze”. E sbagliato è insistere sulle lauree professionalizzanti, che confermano il predominio assoluto dell’università, centrata sulle conoscenze, nella formazione terziaria, a scapito del modello alternativo costituito dalla creazione di una filiera tecnico-professionale parallela e autonoma: una soluzione adottata con successo in Lombardia, e sulla quale – ha precisato – c’è stata una positiva collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione guidato da Valeria Fedeli.

Per certi aspetti, considerato quanto detto, almeno in questa occasione, dal rappresentante del M5S, la posizione più rigida è apparsa quella della Lega, con Pittoni che ha affermato che “la bocciatura è stata praticamente abolita dalla ‘Buona scuola’ e noi lavoriamo per ripristinarla: senza un minimo di selezione il titolo perde valore” e ha attaccato “il lassismo psico-didattico. E’ con la passione che sappiamo mettere nello studio che costruiamo il nostro valore aggiunto. Guai fermarsi al pezzo di carta!”. Invece tra FI e PD potrebbero determinarsi convergenze a livello parlamentare, allargabili su determinate materie anche al M5S. Ma il ministro è della Lega, che oggi è anche accreditata nei sondaggi del 34% dei consensi…


CONDIVIDI:


di ANARPE SEGR. NAZ.

A.N.A.R.P.E. - Associazione Nazionale Agenti Rappresentanti Promotori Editoriali associazione senza scopo di lucro - cod. fisc. 9 1 0 4 7 6 5 0 6 8 3 sede operativa: via Talete di Mileto, 4 - 80126 - Napoli - segreteria@anarpe.it sede legale: via Ventiquattro Maggio, 10 - 50129 - Firenze - presidenza@anarpe.it Tel. 0039 0817 529 677 - Fax 0039 0815 592 719 Sito internet: www.anarpe.it - Posta Elettronica Certificata: anarpe@pec.anarpe.it

Discussione

Nessun commento.

Commenta

Applicazioni per docenti

marzo: 2019
L M M G V S D
« feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031