Cosa abbiamo fatto, News scuola, News soci, Notizie varie, Rassegna stampa, Scuola, Soci, Spot

COMUNICATO STAMPA: ANARPE SI UNISCE AD AIE PER MANIFESTARE IL PROPRIO SCONCERTO PER LE PROTESTE CONTRO LA RIFORMA DELLA SCUOLA

COMUNICATO STAMPA

ANARPE, Associazione Nazionale Agenti Rappresentanti e Promotori Editoriali, si unisce ad AIE, Associazione Italiana Editori, per manifestare il proprio sconcerto di fronte alla decisione di alcuni insegnanti di bloccare la scelta dei testi per il prossimo anno scolastico in segno di protesta contro la riforma della scuola approvata alla Camera e in discussione al Senato nelle prossime settimane.

“Questa soluzione – ha detto il Presidente di Anarpe Alessandro Carta – non avrà alcun effetto nei confronti della Riforma della Scuola, ma andrà unicamente ad incidere sulla filiera editoriale già profondamente in crisi”.

 

Anarpe, nella figura del Presidente Alessandro Carta, manifesta il proprio sgomento di fronte alla decisione presa da alcuni insegnanti di bloccare le adozioni per il prossimo anno scolastico in segno di protesta contro la Riforma della Scuola approvata alla Camera ed in discussione al Senato in questi giorni. Anarpe conferma quindi il profondo disagio – già segnalato in questi giorni da Aie – Associazione Italiana Editori – della filiera intera. Il presidente Aie Giorgio Palumbo aveva infatti segnalato con una nota alla stampa che tale protesta in realtà avrebbe danneggiato solo le aziende e gli operatori del settore che “altra colpa non hanno se non quella di prestare un servizio di informazione e aggiornamento alle scuole e alla classe docente”.

Dello stesso avviso il Presidente Alessandro Carta: “Noi promotori e consulenti degli editori  - ha dichiarato – abbiamo la funzione di illustrare progetti editoriali, organizzare incontri di formazione e aggiornamento, il tutto finalizzato ad addivenire alla migliore scelta didattica. Con questa protesta messa in atto da alcuni insegnanti ci troviamo a veder vanificati tutti gli sforzi e gli impegni da sempre sostenuti, nonché ci troviamo costretti ad assumerci i costi affrontati per la campagna delle adozioni che nessuno ci rimborserà mai”.

La Legge prevede infatti che siano i docenti a scegliere il libro di testo da adottare per il prossimo anno scolastico: la prassi prevede che una volta definiti i titoli sia l’organo collegiale che rappresenta i professori della scuola ad approvare l’adozione. Tale passaggio burocratico avviene proprio nel mese di maggio.

“Appoggiamo le finalità della protesta, ossia di contestazione alla riforma – ha detto Cartama in maniera assoluta dissentiamo dalle modalità con cui è stata attuata. Se si vuole manifestare contro qualcuno, in questo caso il Governo, non è utile e oltremodo coerente porre in essere proteste che danneggiano unicamente soggetti terzi. Stigmatizziamo quindi questa forma di lotta che non fa altro che peggiorare la situazione di un settore già profondamente in crisi. Chi protesta dimentica inoltre ipocritamente che dietro quelle aziende che stanno danneggiando ci sono persone che lavorano e famiglie che traggono un reddito da quel lavoro, quelle stesse famiglie che a parole i contestatori dichiarano di voler tutelare. Si dimentica altresì che tali aziende contribuiscono a tenere alto il livello di cultura di questo Paese”.


CONDIVIDI:


di ANARPE SEGR. NAZ.

A.N.A.R.P.E. - Associazione Nazionale Agenti Rappresentanti Promotori Editoriali associazione senza scopo di lucro - cod. fisc. 9 1 0 4 7 6 5 0 6 8 3 sede operativa: via Talete di Mileto, 4 - 80126 - Napoli - segreteria@anarpe.it sede legale: via Ventiquattro Maggio, 10 - 50129 - Firenze - presidenza@anarpe.it Tel. 0039 0817 529 677 - Fax 0039 0815 592 719 Sito internet: www.anarpe.it - Posta Elettronica Certificata: anarpe@pec.anarpe.it

Discussione

Nessun commento.

Commenta

Applicazioni per docenti

ottobre: 2019
L M M G V S D
« set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031