News soci, Notizie varie, Soci, Spot

AVVISO CIRCA IL FINANZIAMENTO DI € 25.000,00

In data odierna è pubblicato il decreto legge ampiamente illustrato dal Presidente del consiglio in conferenza-stampa di lunedì 6 aprile, da indiscrezioni di stampa basate sulla bozza del decreto, si ritiene che uno degli interventi che possono maggiormente interessare tutti i soci, è la possibilità di ottenere dalla Banca un finanziamento di 25.000 € senza necessità di valutazione del rischio da parte dell’istituto di credito e quindi. si auspica,  rapidamente messo a disposizione dalle varie banche.

Sempre secondo l’opinione della stampa specializzata (e quindi al momento senza nessuna garanzia di certezza )   si ritiene che per poter chiedere il prestito di 25.000 €:

1. “basterà dimostrare di avere una partita Iva e fornire l’ultima dichiarazione dei redditi presentata o l’ultima dichiarazione di pagamento delle imposte”

2.La banca farà l’ anagrafica in modo automatico

3. Sarà poi la banca ad erogare il prestito

4. Il prestito, attenzione, si tratta di un prestito e non di un fondo perduto, sarà garantito dallo Stato al 100%.

5. “La garanzia è automatica e la procedura della valutazione della banca non c’è perché c’è la garanzia dallo Stato”.

6. “In alcuni casi gli istituti di credito potranno dare dei soldi senza neanche aspettare il via libera del Fondo centrale di garanzia”

7. Non sarà necessario quindi offrire in cambio alla banca garanzie di altro genere come ad esempio ipoteche sugli immobili ecc.

(NdR)   Il virgolettato sono le prime spiegazioni fornite dal ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli.

Per questi piccoli prestiti  parrebbe quindi che sia stata introdotta una procedura super agevolata, senza istruttoria né da parte delle banche né da parte del fondo di garanzia, e quindi, ci auguriamo, molto rapida.

Le condizioni del prestito andranno chiarite con il decreto di attuazione, ma guardando al costo del denaro e all’Euribor la speranza è che il tasso si posizioni ben al di sotto dell’1%.

La restituzione del prestito dovrebbe essere spalmata su un tempo medio – lungo (da 3 a 6 anni anche se questo tempo massimo è stato indicato per le aziende e le richieste più grandi).

Sempre da indiscrezioni di stampa e dalle conferenze stampa ministeriali pare siano previste anche altre forme di finanziamento per importi più elevati per le quali però, non essendoci la garanzia piena da parte dello Stato ma soltanto limitata al 90%, viene richiesta comunque la valutazione del rischio-cliente e quindi la produzione di più documenti comprovanti la solidità finanziaria del cliente e, di conseguenza tempi più lunghi per l’ottenimento del prestito. Tra l’altro pare che la richiesta del mini finanziamento di 25.000 € sia alternativa alla richiesta di tutti gli altri finanziamenti.Consigliamo di informarvi presso i vostri “Studi Commercialisti”, al fine di avere notizie più dettagliate.

Cordiali saluti

A.N.A.R.P.E. – Associazione Nazionale Agenti Rappresentanti Promotori Editoriali
sede legale:      via Ventiquattro Maggio, 10 – 50129 – Firenze – presidenza@anarpe.it
sede operativa: via Talete di Mileto, 4 – 80126 – Napoli – segreteria@anarpe.it
Tel. 0039 0817 529 677 – Fax 0039 0815 592 719
Sito internet: www.anarpe.it – Posta Elettronica Certificata: anarpe@pec.anarpe.it


CONDIVIDI:


di ANARPE SEGR. NAZ.

A.N.A.R.P.E. - Associazione Nazionale Agenti Rappresentanti Promotori Editoriali associazione senza scopo di lucro - cod. fisc. 9 1 0 4 7 6 5 0 6 8 3 sede operativa: via Talete di Mileto, 4 - 80126 - Napoli - segreteria@anarpe.it sede legale: via Ventiquattro Maggio, 10 - 50129 - Firenze - presidenza@anarpe.it Tel. 0039 0817 529 677 - Fax 0039 0815 592 719 Sito internet: www.anarpe.it - Posta Elettronica Certificata: anarpe@pec.anarpe.it

Discussione

Nessun commento.

Commenta

Applicazioni per docenti

ottobre: 2020
L M M G V S D
« set    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031