Assemblee di sezione, News soci, Soci

ANARPE Sez. Toscana: LIBRI DI TESTO GRATUITI – UN PERCORSO POSSIBILE

Un paese che distrugge la sua scuola non lo fa mai solo per soldi, o perché le risorse non mancano o i costi sono eccessivi.
Un paese che demolisce l’istruzione è già governato da quelli che dalla diffusione del sapere hanno solo da perdere.
Italo Calvino

LIBRI DI TESTO GRATUITI – UN PERCORSO POSSIBILE

  

            Gli ultimi dati OCSE confermano l’Italia all’ultimo posto per percentuale di spesa destinata alla cultura e al penultimo posto per quella destinata all’Istruzione. Mantiene inoltre il poco invidiabile primato per la crescita della dispersione scolastica.
Mentre in Europa tutti i paesi con il sopraggiungere della crisi economica hanno investito in conoscenza – la media è del 38% -  in Italia si raggiunge appena il 3%. Anche in Toscana la situazione non è migliore, quasi uno studente su cinque non finisce la scuola superiore, e circa la metà non si iscrive all’università.

Da tempo altre cause sono emerse oltre alla consapevole insufficienza della politica in tema di diritto allo studio: la crisi dei modelli culturali, sempre meno inclini all’approfondimento e alla divulgazione dei saperi, la sorte toccata al libro che, privato del suo valore simbolico nonché ormai ridotto a mera merce di scambio con i più allettanti prodotti della tecnologia, ha perduto la funzione primaria di strumento per la crescita e la promozione sociale. La tendenza a finalizzare la formazione in base ai bisogni del mercato – peraltro assai poco ricettivo – che ha trascurato cultura e cittadinanza attiva.

E’ vero che la scuola non è l’unica agenzia indirizzata ai fini formativi, ma è certo che essa debba mantenere un ruolo strategico egemone dei vari saperi che la società della conoscenza richiede. Fornire gli strumenti che aiutino gli studenti a decifrare la complessità dell’esistente, richiede un’azione educativa che ha sempre trovato nella divulgazione del libro e specificatamente nella valorizzazione del libro scolastico, la sintesi delle conoscenze disponibili per tutti. Nella scuola è impensabile qualunque azione riformatrice che prescinda dal recupero e dalla rivalorizzazione dei libri scolastici. Essi sono i luoghi deputati del sapere, sono insostituibili, sono integrabili alle moderne tecnologie e spesso sono i soli testimoni della cultura che entrano nelle case.

            Introdurre la gratuità dei libri di testo nella fascia dell’obbligo fino al primo biennio della scuola secondaria, assume i caratteri di una fruttuosa innovazione.
-Infatti soddisfa il pieno dettato costituzionale dell’accesso a tutti all’istruzione.
-Innesca di per sé un meccanismo virtuoso di razionalizzazione del settore riducendone i costi e le aree di spreco.
-Permette, nelle zono periferiche del paese, una maggiore diffusione dei libri non scolastici.
-Facilita la costruzione di una biblioteca personale a partire proprio dai manuali scolastici.
-Si rileverebbe tra l’altro, se adottato dall’esecutivo, come un reale e concreto aiuto alle famiglie.  -Essa richiama a una riqualificazione della spesa sociale che peraltro inciderebbe soltanto di uno zero virgola sul bilancio dello stato.

 

                                                                                              per ANARPE Sezione TOSCANA
                                                                                                           Antonio Calvelli
                                                                                                                Presidente


CONDIVIDI:


di ANARPE SEGR. NAZ.

A.N.A.R.P.E. - Associazione Nazionale Agenti Rappresentanti Promotori Editoriali associazione senza scopo di lucro - cod. fisc. 9 1 0 4 7 6 5 0 6 8 3 sede operativa: via Talete di Mileto, 4 - 80126 - Napoli - segreteria@anarpe.it sede legale: via Ventiquattro Maggio, 10 - 50129 - Firenze - presidenza@anarpe.it Tel. 0039 0817 529 677 - Fax 0039 0815 592 719 Sito internet: www.anarpe.it - Posta Elettronica Certificata: anarpe@pec.anarpe.it

Discussione

Nessun commento.

Commenta

Applicazioni per docenti

ottobre: 2019
L M M G V S D
« set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031